Contatti | Mappa del sito
HomeAssociazioneStrumentiApprofondimentiCall center tecnicoImprese e prodottiNotizieIn evidenzaAderire a UNICMIArea Riservata

Unione Nazionale delle Industrie delle Costruzioni Metalliche dell'Involucro e dei serramenti

Sabato, 20 Dicembre 2014
Home arrow Notizie arrow Ultime notizie arrow Riqualificazione energica e ristrutturazioni
Riqualificazione energica e ristrutturazioni PDF Stampa E-mail
4 giugno 2012

Nuova Bozza “Decreto Infrastrutture” emendata dalla Ragioneria Generale dello Stato.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Riqualificazione energica: per il 55% proroga di un solo anno
Ristrutturazioni: il bonus sale dal 36% al 50% ma solo nel 2013 e nel 2014

 

Rispetto ai contenuti della bozza del “Provvedimento urgente in materia di infrastrutture e trasporti” (rileggi Uncsaal Notizie del 23 maggio) il nuovo testo attualmente circolante che ha ricevuto le osservazioni della Ragioneria Generale dello Stato e che sarà discusso in un prossimo Consiglio dei Ministri , costituirebbe una sostanziale marcia indietro.

 

Riqualificazione energetica degli edifici
La prima versione del decreto redatta dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti prevedeva la stabilizzazione temporale delle detrazioni del 55%, nel nuovo testo, invece, il 55% verrebbe solo prorogato di un anno, ovvero fino al 31 dicembre 2013.

 

Ristrutturazioni
Il nuovo testo da una parte conferma l'innalzamento dal 36% al 50% della detrazione Irpef , e da 48 mila a 96 mila euro del tetto massimo, ma circoscrive l'agevolazione alle spese per gli interventi di ristrutturazione sostenute esclusivamente per 2 anni, cioè fino al 31 dicembre 2014.

 

Uncsaal e FederlegnoArredo concentreranno la propria attività istituzionale affinché il provvedimento definitivo che emanerà l’Esecutivo preveda un 55% stabilizzato nel medio periodo e ampliato anche ai beni non strumentali, offrendo in questo modo certezze temporali e risorse adeguate al sistema industriale italiano dei serramenti colpito da una grave recessione economica che mette in discussione la sopravvivenza di numerose aziende e i livelli occupazionali dell’intera filiera produttiva.

 

 

Tutte le notizie sul 55%

 
2 punti srl